• Lun. Mag 16th, 2022

Impianti Zigomatici Video

  • Home
  • Impianti Zigomatici Video
IMPIANTI ZIGOMATICI

INTRODUZIONE:

Oggi gli impianti dentali sono la soluzione migliore per sostituire i denti mancanti. Il posizionamento dell’impianto convenzionale è limitato da un supporto osseo inadeguato che fornisce il loro ancoraggio; questa è una chiamata ideale per l’impianto zigomatico. Gli impianti zigomatici vengono inseriti attraverso la cresta alveolare e il seno mascellare coinvolgendo l’osso zigomatico per l’ancoraggio. Mantengono il massimo supporto e durano più a lungo.

Le tecniche utilizzate durante l’inserimento dell’impianto zigomatico sono la tecnica Branemarks, la tecnica della fessura del seno e la tecnica del seno extra.

COMPLICANZE DURANTE L’INTERVENTO:

  • Frattura dell’osso zigomatico- Ciò può essere dovuto all’elevata pressione causata sull’osso durante l’inserimento di un impianto. Ciò può essere evitato utilizzando trapani affilati e perforazioni adattate all’osso.
  • Penetrazione orbitale: il medico deve essere attento alla direzione delle frese utilizzate per posizionare un impianto di successo. Una traiettoria errata dell’impianto può causare la penetrazione nell’orbita. Ciò può essere prevenuto eseguendo una diagnosi e una pianificazione adeguate con un medico altamente qualificato.
  • Danni alla testa dell’impianto: il danno è più probabile a causa di un posizionamento improprio del driver dell’impianto o del superamento della coppia. Ciò può essere evitato se il medico utilizza monconi non ingaggianti e corti.

Intervanto Variante Impianti PterigoZigomatici

Intervanto Variante Impianti PterigoZigomatici

Intervanto Variante Impianti PterigoZigomatici

Intervanto Variante Impianti PterigoZigomatici

Intervanto Variante Impianti PterigoZigomatici

COMPLICANZE POST-OPERATORIE:

  • Frattura della vite sul moncone – Sovraccarico sull’impianto inserito o lungo cantilever. Anche il doppio zigoma può causare la frattura della vite. Ciò può essere prevenuto riducendo la forza occlusale introducendo protezioni notturne per i pazienti o inserendo un impianto aggiuntivo.
  • Fallimento dell’impianto: il fallimento può essere dovuto a condizioni sistemiche come la sinusite ricorrente che è un chiaro invito alla rimozione dell’impianto. Non è che ogni impianto zigomatico si associ a sinusite, ma quindi, per evitarlo, è possibile effettuare una buona pianificazione e diagnosi considerando gli aspetti del paziente.
  • Comunicazione oroantrale: è secondaria alla sinusite, procedure inadeguate intorno allo zigomo possono portare alla comunicazione oroantrale. Ciò può essere prevenuto maneggiando con cura i tessuti associati intorno e trattando la sinusite.
  • Infiammazione dei tessuti molli: comunemente causata da una scarsa igiene orale dopo l’intervento chirurgico o da un’ingombrante ricostruzione intorno agli impianti. Questo può essere limitato educando il paziente a mantenere una buona igiene orale e a formare ricostruzioni sottili.
  • Sinusite- Uno dei problemi principali e comuni associati agli impianti zigomatici. Il tuo medico deve eseguire un intervento chirurgico perfetto con un’esperienza adeguata, quindi la sinusite può essere prevenuta, quindi.

DOMANDE FREQUENTI:

Q1. Quando sono indicati gli impianti zigomatici?

A1. Gli impianti zigomatici sono preferiti nei pazienti senza un supporto osseo sufficiente nella mascella superiore e inferiore per gli impianti convenzionali, i pazienti che hanno fallito gli impianti convenzionali a causa della perdita ossea o di qualsiasi altra condizione medica, i pazienti che evitano di sottoporsi a più di una procedura chirurgica come interventi chirurgici perrialzo del seno mascellare e aumento osseo seguiti dal posizionamento dell’impianto, separatamente, mentre il posizionamento dell’impianto zigomatico è una singola procedura chirurgica che consente al paziente di optare per una protesi fissa. Gli impianti zigomatici sono adatti a tutte le fasce d’età, mentre gli impianti convenzionali sono pianificati in base all’età e alla densità ossea di un paziente.

Q2. Quanto sono resistenti questi impianti?

A2. L’inserimento dell’impianto zigomatico avviene nello zigomo spesso e denso fornendo il massimo supporto. Inoltre, tali impianti si astengono dal riassorbimento osseo con l’età o da qualsiasi altra condizione medica, responsabile. Quindi, la durata è più lunga rispetto agli impianti convenzionali che hanno maggiori probabilità di essere influenzato dalle modulazioni della mandibola con l’età o con qualsiasi condizione medica.

Q3. Quanto tempo ci vuole per ottenere la protesi definitiva?

A3. La chirurgia implantare zigomatica può essere completata con il posizionamento della protesi fissa dopo 72 ore. Mentre negli impianti convenzionali il tempo standard per il fissaggio della protesi è di circa sei mesi dopo il posizionamento dell’impianto.

Q4. Da dove prendo il mio impianto zigomatico?

A4. Nonostante il fatto che gli impianti zigomatici siano praticati da oltre 20 anni, ora non sono ancora comuni nella pratica. Pertanto, la chirurgia dell’impianto zigomatico richiede un medico esperto con un’adeguata formazione ed esperienza chirurgica. 

You missed