• Lun. Giu 17th, 2024

Tecniche chirurgiche per risolvere le atrofie con denti fissi

  • Home
  • Tecniche chirurgiche per risolvere le atrofie con denti fissi
IMPIANTI ZIGOMATICI

Presso il nostro centro Specialistico di Padova siamo in grado di mettere a disposizione dei tanti pazienti, che soffrono di gravi atrofie mascellari, l’opportunità di sottoporli ad interventi chirurgici, che sono in grado di riabilitare la loro funzione masticatoria ed estetica in maniera fissa e definitiva, al contempo senza ricorrere ad innesti d’osso autologhi e a grandi rialzi dei seni mascellari.

La tecnica implantare chirurgica che più spesso utilizziamo per pazienti atrofici è la nostra tecnica Galileus Cerclage Sinus™, questa tecnica ci permette di riabilitare un qualsiasi paziente che presenti una grave o gravissima atrofia del mascellare superiore nella zona posteriore dello stesso.

In questo caso il paziente viene sottoposto ad intervento con inserimento di impianti nasali e sub nasali nella zona frontale del mascellare, detta premaxilla, porzione di osso che và da canino a canino.

Nella zona posteriore, vengono evitati gli innesti d’osso nei mascellari e i grandi rialzi, con l’inserimento di 2 impianti dentali pterigoidei, che baipassando i seni atrofici, creano i pilastri di resistenza primari, nelle zone d’osso posteriore detto basale risolvendo definitivamente l’atrofia mascellare superiore zona posteriore con una dentatura fissa e funzionale.

A volte capita che alcuni pazienti giungano da noi dopo la visita in altre strutture odontoiatriche, ci raccontano della grave atrofia, che non possono inserire gli impianti dentali ordinari, per la grave mancanza di osso e che devono sottoporsi ad intervento con l’inserimento di impianti zigomatici, perchè così gli è stato riferito dal medico.

Questa tipologia di paziente, circa 7 su 10 dopo una nostra visita non devono sottoporsi ad intervento con impianti zigomatici, ma più semplicemente possono essere da noi riabilitati con denti fissi senza l’inserimento degli impianti zigomatici, ma con la nostra tecnica chirurgica dell’implantologia Galileus Cerclage Sinus™

Esiste poi quella percentuale del 30%100 i famosi 3 pazienti  su 10 che realmente necessitano di riabilitazione implantare con l’inserimento di impianti zigomatici.

Perchè questi pazienti a differenza degli altri devono essere sottoposti ad intervento con gli impianti zigomatici?

La differenza stà nella grave atrofia mascellare oltre che nella zona posteriore del mascellare superiore, questi pazienti presentano in concomitanza anche l’ammanco grave di osso nella zona frontale del mascellare superiore.

In poche parole questa categoria di pazienti non presenta osso, sia nella zona posteriore che frontale del mascellare superiore.

In questo caso come risolvere questa grave atrofia che interessa la completa totalità di osso mascelllare del paziente preso in questione?

In questo caso siamo in grado di riabilitare il paziente atrofico con l’inserimento di impianti zigomatici frontali, ma non è la stessa tecnica standard di implantologia Zigomatica la classica tecnica dell’implantologia QUAD che prevede l’inserimento di ben 4 impianti dentali zigomatici nella zona frontale del mascellare superiore.

La nostra tecnica si distingue dalla tecnica chirurgica QUAD dal numero degli impianti inseriti e le diverse zone di ancoraggio e stazionamento degli impianti.

Come si chiama la nostra tecnica in cosa si differenzia dalla tecnica dell’implantologia QUAD ?

La nostra tecnica chirurgia si chiama PterigoZigomatica e a differenza dalla tecnica QUAD prevede soli 2 impianti zigomatici frontali del mascellare superiore 1 singolo impianto zigomatico in ogni zigomo, nella parte posteriore, vengono inseriti 2 impianti dentali pterigoidei 1 per ogni lato, nella porzione di osso basale estremamente resistente e dura di categoria D la più resistente, questo osso si chiama basale perchè è un osso che non si consuma nel corso del tempo. Questa porzione di osso basale è staccata dal mascellare alveolare atrofico detto Palatino/Pterigoideo.

Tecnica ordinaria di implantologia Zigomatica detta QUAD con 4 impianti zigomatici solo frontali senza alun ulteriore impianto nella zona posteriore della mascella superiore.

Nostra tecnica implantologia PterigoZigomatica che prevede l’inserimento di 2 impianti zigomatici frontali 1 per ogni zigomo, nella zona posteriore 2 pterigoidei

01 – Immagine sotto Tecnica Implantologia Zigomatica QUAD 4 impianti zigomatici frontali

02 – Immagine sopra nostra tecnica PterigoZigomatica 2 zigomatici frontali 2 pterigoidei posteriori

01 – Immagine sotto Tecnica Implantologia Zigomatica QUAD 4 impianti zigomatici frontali

02 – Immagine sopra nostra tecnica PterigoZigomatica 2 zigomatici frontali 2 pterigoidei posteriori

Con questa nostra tecnica specialistica risolviamo i casi atrofici più complessi, quando viene previsto l’uso degli impianti zigomatici, perchè il paziente presenta assenza totale di osso mascellare superiore sia frontale che posteriore.

In tutti gli altri casi, dove l’osso è comunque atrofico, ma ne riusulta ancora una parte residua d’osso nella zona frontale in premaxilla, a quel punto con l’inserimento frontale di impianti nasali e sub nasali e con il supporto posteriore degli impianti pterigoidei, possiamo riabilitare quete gravi atrofie evitando, che lo stesso venga sottoposto ad intervento con gli impianti zigomatici ordinari cioè 4 frontali.

Richiedi ulteriori informazioni

You missed