• Lun. Mag 16th, 2022

Implantologia Zigomatica

  • Home
  • Implantologia Zigomatica

Concetti di trattamento completi, impianti zigomatici

PUNTI CHIAVE

  • Gli impianti zigomatici sono da quasi due decenni una soluzione chirurgica e protesica basata sull’evidenza (usando l’approccio a due fasi)
  • Dal 2007 gli impianti zigomatici hanno dimostrato di funzionare nel protocollo di funzione immediata
  • In situazioni cliniche gravemente riassorbite, gli impianti zigomatici sono l’unica opzione per riabilitare immediatamente il paziente
  • Gli impianti zigomatici sono un’alternativa comprovata all’innesto osseo
  • Un’attenta attenzione alla pianificazione del trattamento faciliterà una ricostruzione protesica più semplice

Deficit di volume osseo – opzioni di aumento o impianti zigomatici

Le protesi convenzionali sono un’opzione di trattamento comune, ma, quando manca l’osso, potrebbero non soddisfare le esigenze funzionali, psicologiche e sociali dell’individuo. Gli approcci chirurgici classici includono diverse tecniche di aumento dell’osso (rialzo del seno mascellare, innesti onlay e osteotomia LeFort I con innesti interposizionali). Negli ultimi anni sono stati pubblicati risultati promettenti utilizzando biomateriali per la rigenerazione ossea. Tuttavia, la necessità di protocolli ritardati, il potenziale di complicanze intra ed extraorali e la necessaria compliance del paziente, influenzano il tasso di accettazione di queste tecniche, specialmente quando una precedente terapia ha fallito.

Quando sono presenti carenze di volume osseo, gli impianti zigomatici dovrebbero essere considerati un’alternativa all’innesto osseo convenzionale. Sono stati pubblicati alti tassi di successo a lungo termine utilizzando il classico protocollo a 2 stadi e il carico immediato. Inoltre, è stato pubblicato l’approccio extrasinusale.

Per la mascella totalmente atrofizzata, il concetto è stato ampliato all’ancoraggio di 2 impianti aggiuntivi in ​​ciascun osso zigomatico: tramite 4 impianti zigomatici ben distribuiti si carica immediatamente un ponte fisso (approccio Quad zygoma).

Indicazioni e controindicazioni per impianti zigomatici

 

Le indicazioni includono:

  • mascella totalmente atrofizzata  (Approccio quadruplo zigoma)
  • mascella totalmente edentula, quando la cresta alveolare posteriore si è riassorbita a tal punto che impianti aggiuntivi richiederebbero il supporto di innesti onlay/inlay (si consigliano due impianti regolari e due zigomatici)

Gli impianti zigomatici sono particolarmente raccomandati in:

  • trattamento di fine linea dopo un trattamento implantare fallito o casi di innesto/d’osso autologo fallito
  • quando la funzione immediata è la priorità del trattamento

Le controindicazioni   includono:

  • infezione acuta del seno
  • patologia mascellare/zigomo
  • sottostante malattia sistemica incontrollata/maligna

Considerazioni diagnostiche

Al fine di pianificare correttamente il trattamento per gli impianti zigomatici, il medico deve esaminare attentamente il paziente. Considera 3 aspetti clinici chiave:

  • tipo di difetto
  • linea del sorriso e il suo impatto sulla zona di transizione
  • analisi della relazione scheletrica tra le mascelle

Riabilitazione protesica

Quando si parla di riabilitazione protesica, non ci sono molte differenze tra protesi fisse su impianti regolari e una riabilitazione fissa con ancoraggio zigomatico perché l’emergenza degli impianti in entrambi i casi è crestale. Una protesi fissa immobilizza tutti gli impianti evitando il movimento relativo degli impianti zigomatici. In origine, è stato utilizzato un approccio a 2 fasi. Oggi si consiglia di utilizzare una protesi di stabilizzazione ad arco incrociato per caricare immediatamente gli impianti.

 

You missed